La stanza di Pietro

arch. G.G.David

Nel progettare la stanza di un bambino tornano alla memoria le capanne della nostra infanzia, costruite con legni e lenzuola. Tane per il gioco ed efficaci ripari contro i mostri e i fantasmi evocati dalle fiabe. Isole magiche e incantate, luoghi protetti e inaccessibili agli adulti.

Prende forma l’idea di una stanza che contenga all’interno un guscio dentro cui il bambino possa dormire, giocare e ritrovare la giusta concentrazione nei momenti di apprendimento.(…)

Per le superfici si è scelto il verde prato, colore che evoca sensazioni di benessere e tranquillità, mescolato al legno di rovere trattato in modo da non perdere la naturale colorazione.

La scala in legno separa il blocco degli armadi dai letti e dà accesso anche a un comodo ripostiglio collocato in alto. Lunghe asole al posto di maniglie consentono agili aperture degli sportelli ed evitano elementi sporgenti. Il leggero arretramento della paretina verde ai piedi del letto permette una maggiore libertà visiva e un fluido movimento all’interno della stanza.

2012